Il nuovo attacco di Cota alla 194

Segnaliamo l’articolo apparso su noi donne al sito:

http://www.noidonne.org/blog.php?ID=02048

dove si parla dell’ultima trovata del governatore del Piemonte per portare nei consultori il movimento per la vita.

Annunci

127 DONNE UCCISE IN ITALIA NEL 2010, MA IL PIANO NAZIONALE ANTIVIOLENZA LATITA

La vicepresidente della Provincia di Genova, Marina Dondero, commenta gli ultimi dati nazionali sugli omicidi, con il 25% di donne uccise, quasi tutte vittime dei partner, degli ex o familiari e dice “i tagli nazionali mettono a forte rischio i centri antiviolenza”. Continua a leggere

Se tutti gli uomini del mondo

In un assolato pomeriggio estivo della ormai tropicale Torino, nella storica Società di Mutuo soccorso d’ambo i sessi Edmondo De Amicis si discute a partire dal mio Letteralmente femminista. Una donna che si occupa di ricollocazione lavorativa, quel retravaillet che un decennio fa sembrava solo roba da donne che tentavano, dopo la gravidanza, di rimettersi in lista per tornare nel mondo dell’occupazione fuori dalle mura domestiche, interviene.
“Certamente esiste il problema del lavoro femminile, della precarietà, e quello della violenza. Ma vorrei dirvi del problema maschile: Continua a leggere

Chiedere perdono?

Pubblichiamo due articoli, uno di Avvenire e uno del Foglio, entrambi del primo marzo. Molto ci sarebbe da commentare, ci limitiamo a sottolineare come si continui ad insistere su alcuni punti:

– uomini che hanno tra le altre cose deciso di dedicare la propria vita alla chiesa cattolica e che tra i voti previsti hanno quello del celibato e della castità si arrogano da sempre il diritto di dire alle donne cosa è bene che facciano rispetto al loro corpo e alla scelta di divenire o meno madri

– si insiste ancora e sempre sul fatto che le donne che scelgono liberamente come comportarsi in relazione al proprio corpo, che cioè si autodeterminano, siano abbagliate da ideologie e falsi miti

– a chi, ci domandiamo, e soprattutto, perchè mai, una donna che ha scelto di interrompere la gravidanza dovrebbe chiedere perdono? Continua a leggere

Nuove dal Papa sull’aborto terapeutico

Pubblichiamo una serie di articoli che sono usciti in questi giorni a seguito delle dichiarazione del Papa sull’aborto terapeutico. Il Papa si è rivolto in particolare ai medici ed ai mariti, come a voler dire che le donne non sono in grado da sole di prendere delle decisioni sulla propria vita e sul proprio corpo, ma necessitano dell’affiancamento di un uomo. Continua a leggere

Bocciate dal Tar le linee guida sull’aborto: contrasto con legge 194 e Costituzione.

Il Tar accoglie il ricorso di 8 medici e della Cgil Lombardia con l’avvocata Ileana Alesso, la prof.ssa Marilisa D’Amico e  il prof. Vittorio Angiolini.

Dal Corriere della Sera del 2 gennaio 2011

“Il TAR  boccia Formigoni e annulla le linee guida … impartite nel 2008 dal Presidente della Lombardia … A ricorrere al TAR facendo leva sull’art. 117 della Costituzione che riserva alla competenza dello Stato la determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili o sociali da garantire su tutto il territorio nazionale, erano stati 8 medici con la Cgil della Lombardia”. Continua a leggere

194, quando si dice no è no

di Monica Lanfranco

Una buona notizia per iniziare un anno nuovo, faticoso e pieno di incertezze: è possibile fermare il delirante progetto fondamentalista e anticostituzionale di chi, come il governatore Formigoni, ritiene di avere un mandato diretto e assoluto dal suo dio per modificare, secondo la sua visione, leggi dello Stato condivise e frutto di un grande lavoro di mediazione e di relazione con i soggetti coinvolti. Parliamo della recente bocciatura da parte del Tar delle linee guida sull’aborto, che il Governatore lombardo aveva promulgato nel 2008. Continua a leggere