Il Lupo Mercante. Il libro di Clara Sereni.

Da Mentelocale ce ne parla Claudia Priano.

Uno di quegli incontri che lasciano il segno.

L’ho conosciuta in occasione della presentazione de IL LUPO MERCANTE,era il 6 maggio, come dimenticarlo, nell’ambito della manifestazione “Autoritratto di gruppo”, conduceva Daniele Miggino, ed io ero tra le fortunate (insieme a Anna Giacobbe e Alasia Nuti) che presentavano e discutevano con lei il suo libro.
Ho conosciuto Clara Sereni, dunque, grande scrittrice e donna meravigliosa, stavamo parlando e lei, a un tratto, mi ha detto queste parole, “noi all”epoca abbiamo fatto la nostra parte. Adesso tocca a voi”.
Così mi ha detto.
Perché lo sappiamo, i diritti acquisiti e la libertà non sono per sempre, bisogna continuare a combattere per mantenerli.
Continua a leggere

Annunci

Contro le donne nei secoli dei secoli

Il libro ha un incipit che rende molto il tono di tutto il saggio:

Questo libro è una scenata.

E ancora scrive Silvia Ballestra:
…Un grande passo indietro delle donne con la grande complicità delle donne stesse. E’ così, non nascondiamocelo. Non di tutte, certo, ma di molte. E se fossimo un esercito, avremmo tra le fila un po’ troppi collaborazionisti. Certi giorni mi sento accerchiata. Certi giorni le cose vengono avanti tutte assieme e allora è più facile verificare che quel sentimento di assedio non è una paturnia solo mia. Certi giorni le agenzie di stampa sputano fuori dati e statistiche, o le dichiarazioni di un politico particolarmente becero, o l’ultima di Ruini, o le intercettazioni d’un principe porcaccione, o l’ennesimo massacro in famiglia, e allora mi accorgo che tutto, in qualche modo, torna Si ricombina. Ecco un segnale, mi dico. Ed eccoun altro segnale. Finchè emerge la certezzache tutto si tiene. Un Ruini, a srpresa, si incrocia perfettamente con la pubblicità osè, e allo stesso tempo si incastra come il pezzo di un puzzle sul guizzo maschilista, sulla battuta volgare. Tutto si tiene; è lo stesso disegno, tanti fiumi che vanno allo stesso mare: quello dell’ostentato disprezzo per la donna.
da Contro le donne nei secoli dei secoli di
Silvia Ballestra,
ed. Il Saggiatore.

L’ho riletto ieri sera, è un libro del 2006, ed è sempre drammaticamente attuale. Anzi, direi che la situazione sia precipitata.

Continua a leggere